Image 01

Mediazione Familiare

Conflitto3La Mediazione Familiare è un percorso di incontro che i genitori fanno con l’intento di trovare un accordo utile alla migliore relazione con i figli a partire della loro separazione, dal divorzio, o comunque dalla fine della loro convivenza se non erano sposati. La Mediazione Familiare si propone come una nuova e specifica risorsa volta a sostenere i genitori in conflitto con l’obiettivo di attuare una buona co-genitorialità.

La Mediazione Familiare si presenta quindi come uno spazio di incontro in un ambiente neutrale, nel quale la coppia ha la possibilità di negoziare le questioni relative alla propria separazione, sia negli aspetti relazionali, sia in quelli economici.

I genitori sono incoraggiati dal mediatore ad elaborare in prima persona gli accordi che meglio rispondano ai bisogni di tutti i membri della famiglia, con particolare riguardo all’interesse dei figli.

Gli accordi presi in Mediazione risultano più condivisi, più soddisfacenti per sé e per i bambini, e quindi più rispettati nel tempo, rispetto a quelli imposti dal tribunale.

_______________

foto1Il  mediatore  familiare  è  un  professionista  qualificatosi in   percorsi  di  formazione  specifici  che  interviene,  quale  figura  terza,  nel  percorso  di  aiuto  alla  famiglia  prima,  durante  e  dopo  la separazione  o  il  divorzio,  in  autonomia  dall’ambiente  giudiziario,  per  raggiungere  accordi  concreti  e  duraturi  concernenti l’affidamento  e  l’educazione  dei  minori,  nonché  tutti  gli  elementi  concernenti  l’esercizio  della  potestà  genitoriale  e  tutto  ciò  che concerne    la  divisione  dei  beni,  l’assegno  di  mantenimento eventuale,  la  residenza  principale  dei  figli  e  quanto  previsto  dalla  normativa  vigente  in  tema  di separazione  e  divorzio  con  esplicito  riferimento  all’attività  negoziale.

Nell’ambito  dell’attività  negoziale,  il  mediatore  familiare  può  essere  utilizzato  anche  in  percorsi  di  aiuto  alla famiglia  in  periodi  critici  del  ciclo  vitale,  finalizzati  al raggiungimento  di  accordi  concreti  e  duraturi  su decisioni  di  particolare  rilevanza  per  il  nucleo  familiare.

L’esercizio  della  professione  è  libero  e  fondato  sull’autonomia,  sulle  competenze  e  sull’indipendenza  di  giudizio  intellettuale  e  tecnica,  nel  rispetto  dei  principi  di  buona  fede,  dell’affidamento  del  pubblico  e  della  clientela,  della  correttezza, dell’ampliamento  e  della  specializzazione  dell’offerta  dei  servizi,  della responsabilità  del  professionista

Per contatti: Francesco Milanese

Mediatore familiare, iscritto al n. 1593 all’Associazione Internazionale dei Mediatori Sistemici (A.I.M.S.) associazione riconosciuta ai sensi della legge N.4, del 14.01.2013.
cell. 338.73.83.060
 

 

Be Sociable, Share!

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.